Sing

Dice: hai paura torero? Certo, nell’attesa. Aspettare mi distrugge. Preferisco stare nell’arena. Prendere e dare. Scansare e colpire. Essere amato o fischiato, ma non starmene qui, come uno qualunque alla fermata del tram. Ho il cuore mangiato dal coraggio per ogni istante prima di entrare. Non sono fatto per i tempi morti, ma ogni rito hai i suoi, e ci sono dentro, rispetto le regole.  La corrida, vuole solennità, è un funerale colorato con sorpresa, fino alla fine non sai per chi piangerai. E poi la gente che applaude e forse guarda: non sa nulla, né degli occhi del toro né della mia paura prima di mettere i piedi nell’arena, in ombra, qua sotto, fra le loro grida e la musica, il sudore e le preghiere, mentre di là il toro è solo, con la sua angoscia di bestia, e non può tirarsi indietro. Può solo vincere e stupire, salvarsi per una volta, e poi tornare a essere ucciso. Circolare, il suo sgomento, come il nostro, eccolo il punto, ti guardi in giro cercando di capire da che parte arriverà il colpo, c’è sempre una volta che non lo vedi partire e allora tocchi terra, mangi sabbia, e capisci: il punto di vista del toro.

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

One thought on “Sing

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: