Soggezione al ridicolo fascino di un cambio di stato

La vita scende verso il finale mentre noi divaghiamo. Ellen Gopnik, lo sa come si tratta il tempo, caselle da riempire, numeri da barrare con altri numeri, immagini da rimpiazzare con altre immagini, attraverso il lavoro del corpo.  È solo un giorno senza pretese, mentre si aspetta che arrivino le settimane di Londra. Lei si allena lasciando poco spazio a questo tipo di pensieri, ma può capire che abbiano la meglio. In questo caso, allenamento suppletivo, si allontana il fastidio con lo sforzo. Il ritmo braccia-respiro riporta nel cuore i desideri, restituisce al mittente i pensieri, e restaura la normalità. Il piatto ripetersi di azioni conosciute, e l’inseguimento di quello stato che per brevità si chiama perfezione, faranno il resto. Nella ripetizione c’è l’annullamento della fantasia, il nuoto è monotonia applicata a un liquido. Lo sa persino chi lo ama. L’illusione sta tutta nell’immersione in acqua, quasi che al cambiamento di condizione corrisponda anche una trasformazione del nuotatore. In realtà è solo soggezione al ridicolo fascino di un cambio di stato. Una donna in acqua rimane una donna, e il segno che sta esistendo è sempre nel respiro. E per quanto ogni gara, con acqua o senza, è un romanzo, resta il problema di partenza: la vita vera. Puoi saltare, sfinirti, qualificarti e vincere le Olimpiadi, puoi appassire nei lunedì come questo dopo un allenamento, sentirti un supereroe o lasciar perdere tutto, il problema è che la vita scende verso il finale, e tutto quello che facciamo è solo un goffo tentativo per dimenticarlo. Ellen lo aveva capito dopo una vasca perfetta, con un tempo da record e medaglia già in petto, eppure non riusciva ad avere l’entusiasmo del suo allenatore, Burt Pynchon, ex nuotatore, recordman e con una marea di medaglie nel suo studio, che saltava come un canguro ubriaco. Uscendo dall’acqua gli disse: «ma a te, a fare due conti, non ti pare tutto inutile?»

 

Image Sarah Moon

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: