Un banale nome tedesco

C’è un mutismo sprofondato nella lontananza dalla realtà, questa è Astou Diop, che parla poco, solo al lavoro. Tutte le mattine attraversa Dakar, si lascia il mare alle spalle e i bambini che giocano sulla sabbia di cui con uno sguardo solo riesce a vedere la fine, ma la morte ha poi è una data, non è sempre uguale per tutti nei secoli, stamattina ha visto anche una nave cargo enorme La Punta Indio, avvicinarsi alla terra e ha dovuto chiudere gli occhi per evitare che le uscisse il sangue dal naso, si è concentrata sul suo autista di cui sa già del cancro all’intestino dei prossimi mesi, per questo ha trasformato la sua prima corsa nel servizio di assistenza fino alla data prevista, ma non gli ha detto i motivi. Astou fino al primo pasto, che prolunga in base ai giorni, può vedere il futuro di chi ha di fronte fissandolo, e per altri, con una buona approssimazione, riesce a farlo anche solo con la voce. Ha un programma in tv, quello più seguito, dura due ore e fischia e potrebbe andare avanti anche tutto il giorno, da sola regge gli sponsor e l’audience, chiamano da ogni parte del paese, lei disegna il futuro in almeno sei lingue locali e nei fine settimana quando il suo spazio è occupato da un ministro, riceve a casa sua da ogni posto dell’Africa e le basta rispondere in francese. Inutile dirvi che: il sabato e la domenica, Astou, non mangia, andando avanti a oltranza. Recupera il lunedì pomeriggio. Il suo programma si chiama “Combattimento allo scoperto” non per via della sua lotta alla fame ma per la battaglia contro il Male che le conduce sotto le telecamere. Astou Diop ha portato la sua faccia su ogni giornale piccolo e grande del continente africano, è stata intervistata da tutte le tv immaginabili, da cinque anni ha il suo programma eppure tutte le mattine prima che una rassicurante voce, che ha i prossimi anni puliti in tasca, le annunci quanto manca per andare in onda, ha un momento che riassumiamo con la parola cedimento, ma che non racchiude abbastanza il fiume di dolore che la attraversa e che trasforma la sua faccia di donna in un muro di fango. Il suo è un combattimento allo scoperto contro la natura, tutti pensavano alla concentrazione, al raccoglimento delle energie, in realtà è una vera adunata dalle terre del rammarico degli occhi e dello spirito per fronteggiare quella che Astou Diop chiama in tono riduttivo la lotta contro il Male. Per capire, dovete pensare ai giocatori di scacchi, i migliori riescono a immaginare un consistente numero di mosse dell’avversario (dipende dalla partita) e le prevengono, quindi piazzate Kasparov o Capablanca nel corpo di Astou e fatela giocare a scacchi col Male, perché è questo che fa, conta i giorni dell’attacco. È come se salisse su una torre per scrutare la valle, avvistando il nemico, rivelandone il nome e la distanza, e dopo riscendendo lasciasse il campo all’Ettore di turno. Questa mattina è diversa, prima della diretta, attraversando il corridoio che porta agli studi, la nuova presentatrice Karen Lasker, ha chiamato la Diop per conoscerla e lei in uno slancio di generosità è entrata nel camerino della ragazza, il suo sguardo dopo anni si è visto riflesso in uno specchio, che era di fronte, sembrava aspettarla: ad Astou è apparsa la mappa del suo tempo in una inconcepibile evidenza per tutto il resto dell’umanità. La necessità messa al servizio degli altri, non richiesta e accuratamente evitata a lungo per se stessa: ha preso forma, in un attimo si sono saldati la ragazzina che intuì la propria forza e la donna che ne aveva fatto un servizio sociale, dolore e desiderio sono diventanti rimpianto, per la leggerezza compiuta. Con sommaria giustizia, il Male le restituiva la sconfitta di tutte quelle mattine, ora sapeva anche lei che cosa c’era alla fine del corridoio, come una qualunque telespettatrice – una delle tante che fremeva per parlarle – e allora, con una eleganza malinconica, ha stretto la mano alla donna con un banale nome tedesco, che le aveva fatto sapere quello che voleva ignorare, ed è uscita sorridendo. 

 

Photos of Maria Vittoria Trovato

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: