Alla luce dell’attuale saggezza

Richard AvedonLa Ragazza dei Serpenti appartiene al quel genere di donna che invece di piagnucolare prende e fa le cose, non lascia che queste passino. Si comporta così perché ha avuto una stagione con un solo rimpianto, le è bastato e non vuole più averne. «Non esiste un tempo per rimpiangere esiste solo un tempo per fare, che lascia stanchi, e se anche si fallisce c’è la fatica concreta di aver fatto, e si fotta tutto il resto». Ecco qui riassunta la filosofia della Ragazza dei Serpenti. A qualcuno può sembrare spiccia, altri mi hanno detto che è da soldato, io che posso guardare da vicino il suo agire, non rispondo a chi leggendo i suoi modi di fare la mette giù con facilità, no, io che la vedo afferrare i serpenti e domarli, o nel peggiore dei casi ucciderli, non ho ancora una risposta. Perché la Ragazza ha fascino, cosce e forza. È raro incontrare donne simili, almeno nella mia parte di mondo, la provincia del Texas, qui non ci sono volantini e appelli al terrore come in Messico, piuttosto giornate di noia e sole, e in questa circostanza assai strana che porta alla sedentarietà oltre che a una naturale inclinazione verso la scelta di numerose birre fredde, che La Ragazza dei Serpenti agisce. Nelle sue azioni, per chi come me può osservarle da vicino, c’è un generale desiderio di una nuova felicità, che sta tutta nel fare, nel ricercare quello che potrei definire il pericolo attivo di vivere. La sua pericolosità viene tracciata in molte parti dalle sigarette al whisky, e persino nel percorrere strisce di asfalto a grande velocità. Semplicemente La Ragazza dei Serpenti conosce il modo, e lo applica. Posizione e attesa, passaggi e capacità di presa, niente rientra nella norma, ed io ho imparato ad accettare questo tipo di azione. Il suo progetto non consiste in questo o in quello né in quell’altro ancora, non ha una definizione catalogabile, ma una profonda conoscenza. Siamo molto lontani da ciò che potremmo definire per banalità elevata del termine: metodo – che pure c’è – tutto non è mai cominciato agitando strumenti di fortuna, tipo coltelli, quando dal ragionamento intorno a un dolore subito, che è sempre una cosa diversa e singolare. Non ci sono ingiuste condanne da scontare o vendette da consumare, quanto una voglia di sanare un vuoto che probabilmente – non ho ancora chiesto – la Ragazza dei Serpenti, si porta dietro da tempo. Qualcosa tipo un giardino giapponese con annesso edificio di prestigiosa istituzione statale: è in questi luoghi, puliti, geometricamente perfetti, che si generano i vuoti nelle persone. La perfezione spaziale agisce da condensatore, stabilizzando in un solo vuoto detto canale: la gassosità del dolore che ci portiamo dietro, e per quanto possa sembrare assurdo, questo processo viene definito formazione liquida del serpente (appunto a forma di rettile, somigliante al r.). Il metodo della Ragazza, che io e il dottor Marcus vogliamo portare a una schematizzazione, permette il processo inverso: dalla liquidità del vuoto si torna alla gassosità del dolore. Almeno questo è quello che le abbiam visto fare. Si è scelto un campione significativo fatto scendere in strada e sottoposto al metodo della Ragazza, in alcuni l’avanzata del vuoto interiore porta fino alla soglia “Virginia Woolf”, punto dal quale non c’è reversibilità, in altri, invece, proprio la reversibilità, conduce alla soglia “Tiger Woods” con uno smarrimento di alcune settimane. Tra questi due punti c’è la testa e la coda del serpente, in mezzo: la Ragazza senza rimpianti, di lato: noi, in attesa di capire da che parte finiremo.

Photo of Richard Avedon 

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: