Archivio mensile:marzo 2014

Temptation (da Antwerpen a Rotterdam)

002L’acqua ha una natura teatrale con scene di vita prima di avere una natura commerciale, sulla Temptation – una chiatta portacontainer – le due nature si incontrano, diventando una sola, con l’aggiunta di un cane. In un andirivieni da trasporto metropolitano, la chiatta si muove tra Antwerpen e Rotterdam, Belgio e Olanda, con molte fermate nei terminal intermedi, nel labirinto di canali che collegano le due città e i due stati. Sulla nave sono in tre a gestire le operazioni, più due donne, due bimbi, e il cane Pucca che è un membro dell’equipaggio. Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Cina e altri orienti

downloadLa difficoltà della letteratura di viaggio sta tutta nel saper dare il nome alle cose, lo so bene che le cose hanno già un nome ma solo il vero scrittore è capace di ri-nominarle. Ogni racconto è un battesimo o non è racconto. Poi si vive di tentativi: a volte riesce a volte no, a volte uno si avvicina al giusto nome altre volte lo sbaglia di grosso, la differenza tra scrittori e improvvisati è proprio come col tiro al piattello: chi ne prende di più. In questo Giorgio Manganelli era olimpionico di tiro alle parole, bastava metterlo in viaggio, mandarlo alla scoperta anche solo del mercato rionale del suo quartiere e lui era capace di tornare con il materiale per un libro, era un vero autentico scrittore, cioè aveva una lingua forte, capace di dare un nuovo nome alle cose, e aveva un mondo singolarissimo e inimitabile, e dispiace stare sempre a sottolineare che a lui riuscivano certe cose ed ad altri no, prendete i De Cataldo che vanno in India, i Siti che vanno a Dubai e troverete dei pezzi buoni per la Lonely Planet, Continua a leggere

Contrassegnato da tag ,

Il ventre del Presidente

mQuando Silvio Berlusconi è apparso sul palco del Dolby Theatre tutti dalla platea si sono alzati in piedi ed hanno applaudito come non accadeva da anni, con un calore che gli riconosceva la grande impresa: aver pensato, diretto e interpretato il più grande mockumentary della storia del cinema mondiale, 60 milioni di comparse, e 20 anni di girato in presa diretta. L’ex presidente è alla cerimonia degli Oscar per ritirare il premio alla carriera dalla mani di Joaquin Phoenix, Continua a leggere

Contrassegnato da tag , ,

Le grandi sorelle

pIl primo reality solo per mafiosi, da Riina a Provenzano, passando per altri boss anche della ‘ndrangheta come Roberto Pannunzi e della camorra come Sandokan, ha preso il via. “Le grandi sorelle” è l’evento della stagione televisiva. I mafiosi sono stati deportarti nella grande casa senza potersi rifiutare, grazie a un accordo tra il Ministro di Grazie e Giustizia e i vertici Mediaset (“Il Fatto” ha scritto che questo reality era una delle tante richieste di Berlusconi a Matteo Renzi). Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

operazione Texas

MQuando il Grilletto 1008/BIS arrivò in conferenza stampa, nessuno si aspettava l’annuncio che ne venne, e nessuno – nemmeno i cronisti politici più esperti – sapeva di quello che era accaduto a Montecitorio. Il ragazzo arrivò con uno strano cappello da cowboy e gli stivali di pelle, e mentre posizionava il suo micro pc e la telecamerina per riprendere, tutti i giornalisti, proprio tutti, si diedero di gomito come facevano da tempo, e persino, quando il ragazzo togliendosi il cappello da cowboy e mostrando verso la telecamera il suo numero tatuato sul braccio (era la procedura), nessuno smise di ridere. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,