Oliver Sacks

Perduta carne, / di scienza intrisa e indiretti, / sacramenti / che i miseri e i pazzi / acquisirono come paradiso / in terra, / denaro, infelicità e collera / non distrussero il tuo spirito,  / perché il catalogo dei tuoi giorni / non gli fece mai spazio. / Labirintico scrittore, monarca d’ospedale, / discontinuo agglomerato d’infinite idee: / illuminasti vite e affrontasti tenebre, / ti dilettasti della tua agonia / con aggressività infantile /alla finzione opponesti il pensiero / alla malattia la memoria / assolvendo il tempo e il male / senza indugiare sulla scena / sfuggendo ai tentacoli laccati / della menzogna. / A chi diceva / l’universo come tumore / del nulla / opponesti / l’imperfezione dei nostri cervelli, / ai clandestini appuntamenti / del caso / ti presentasti in anticipo: / stupendolo. / E anche ora. / Ora che stavi per finire / hai dato i numeri all’orrore, / i numeri degli elementi / chimica alla carne, / perduta.

Annunci
Contrassegnato da tag

One thought on “Oliver Sacks

  1. […] allenatore della Juve) e con Zeman è capocannoniere. Questione di sguardo. Zeman è quello che Oliver Sacks definirebbe un “osservatore permanente”. Ora esce un cofanetto da Minimumfax (due dvd e un […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: