Non bisogna farsi ingannare dalle etichette

Disteso con innata lascivia sulla sua poltrona, sorseggiando l’immancabile whisky come Yanez l’ennesima sigaretta, il trainer del Cagliari Manlio Scopigno ripassa su un Bignami la storia della filosofia. È o non è l’allenatore filosofo? Non porta maglioni dolcevita che più esistenzialisti non si può? E allora: tutto scorre, anche il migliore dei single malt. L’uomo è la misura di tutte le cose, il cocktail ne è la mistura. Nulla è, perché se anche qualcosa fosse, non sarebbe conoscibile: e se pure fosse conoscibile, non sarebbe comunicabile. Se poi fosse comunicabile, magari non ce ne fregherebbe niente. Per questo Scopigno parla per enigmi, o per sofismi. Una volta ha rivolto un’aspra censura all’arbitro Lo Bello: «Lei ha sbagliato la fenomenologia» (fra i denti però, dopo una opportuna epoche, aveva aggiunto meno filosoficamente: «coglione!. Scopigno che appartiene alla speciale categoria degli ulissidi, è un’intelligenza «greca», corrosiva, cinica, scettica, stoica, socratica, platonica, aristotelica tutto in uno; è l’autore di un bon mot riportato a lettere capitali nelle «Annales», pronunciato in occasione del Mundial di Mexico 1970: «Tutto mi sarei aspettato nella vita, fuorché di vedere Niccolai in mondovisione».

[…]

Durante noiose trasferte, tirato tardi al bar dell’albergo discutendo di temi altamente filosofici con Albertosi, Manlio Scopigno guardava in tralice la bottiglia vuota sul tavolino e con un sospiro sintetizzava così la propria concezione della vita: «Non bisogna farsi ingannare dalle etichette. Ciò che conta è la cosa in sé: a dispetto delle apparenze, nella realtà esistono solo tre tipi di whisky: il whisky, il whisky doppio e il whisky triplo». Quanto al football: «Il calcio ha dieci comandamenti». Pregato di declinarli, recitava: «Primo, non prenderle. Secondo, non prenderle. Terzo, non prenderle». E sollevando beffardo l’occhio liquido verso l’interlocutore aggiungeva: «Devo proseguire?»

[…]

E allora tanto vale rinunciare all’organizzazione, pensare con Scopigno che il mondo è un’anonima pioggia di atomi che collidono alla viva il parroco, a seconda del loro inopinato clinamen. L’atomico e sbilenco Comunardo Niccolai è un clinamen in sé. Pochi, pochissimi riescono a percepire un ordine nel cosmo: Dino Sani, Alfredo Di Stefano. Ma non perché si illudano che sia possibile predisporre una rete di razionalità a priori: piuttosto perché la loro mente presagisce ciò che si verificherà, scontate tutte le evenienze del caso, attraverso un superiore principio di intuizione. Ma, nel mondo degli umani, chi può dire dove finisce la casualità e dove comincia la necessità? Sempre il greco – l’ellenico, anzi forse ellenistico – Scopigno spiegava: «Naturalmente avevamo predisposto alcuni schemi, ci mancherebbe altro. Da Greatti a Nenè sulla destra, cross teso verso il centro dell’area. Ma vedi caso, la palla è troppo alta, sorvola la testa di Boninsegna, sarebbe irraggiungibile e sprecata se non fosse che Riva, spalle alla porta, decide di sfidare l’impossibile, tenta la rovesciata in volo, colpendo la palla em bicycleta a tre metri da terra e spedendola alla velocità di centodue chilometri all’ora all’incrocio dei pali. E allora ditemi voi: di chi è il merito, dello schema o dell’uomo?».

 

[abbiamo trasmesso: Edmondo Berselli racconta Manlio Scopigno, brani tratti da “Il più mancino dei tiri]

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , ,

2 thoughts on “Non bisogna farsi ingannare dalle etichette

  1. […] auguravano: «Vinca il migliore», rispondeva sarcasticamente: «Sperèmo de no». A volte sembra Manlio Scopigno, per l’ironia che ci mette e il disincanto: «Dove pensava di arrivare a metà stagione?» e giù […]

  2. […] Seconda: proprio l’altro giorno Bianciardi mi parlava di Maurizio Sarri come un incrocio tra Manlio Scopigno, Helenio Herrera e Nino Bixio. In virtù del fatto che il Napoli pratica un calcio creativo, che ha […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: