L’ultima notte

Siamo in tanti qua, nella notte, a vederlo andare via. E lui è in tanti modi: noi, che lo guardiamo. Ieri, oggi, domani: la vita, quella degli altri; i giorni: suoi; l’obbligo, invece, verso il tempo, nostro. Ed io – che sono tutti, per sempre, tutto e tutti, in una notte sola: questa – passo tra le loro memorie, di chi ha saputo e chi no, di chi ha immaginato e di chi ancora deve capire; e il dopo è solo vuoto concretizzato in una smorfia, certo: di dolore, che vede la bocca aperta e il resto, il resto, è sforzo gigantesco per accettare la verità. E la mia fede è stata sempre solo in quello che si vede, senza mai farmi condizionare da niente e nessuno, e allora «Jamme, puorteme a’ casa mia», in una ripetitività che è – abbiamo capito – un determinismo selvaggio, quasi involontario, storico-culturale, un sintomo di paterna scocciatura, esplicitato in tono leggero: «Sono napoletano anch’io», per dire che non c’è bisogno di ripetere: questa è l’Ultima Notte. E magari ci fosse una scala empirica per misurarla e impedirle di finire, contenendola in un esercizio, anzi no, un esorcismo contro il male ontologico che contiene, ma non c’è. Lo so, lo so, è una forzatura retorica, resa possibile nell’ultravisione a occhio di una canzone che anni dopo è diventata concezione, e allora lasciandoci dietro quella strana forma di superstizione razionalista, possiamo appellarci al delirio che fu suo allora e che è nostro adesso, il delirio che sta nel verbo vedere. Un delirio che per molti è stato dogma, punto di vista precostituito, facendosi verità assoluta, declinandosi in centinaia di migliaia di convegni in strada – notturni, certo – dove chi non ha mai partecipato, cercando una interpretazione definitiva, non ha diritto di lamentarsi, ora, e nemmeno di piangere.

[questo è un estratto nel mio pezzo contenuto nell’antologia “Ho sete ancora. 16 scrittore per Pino Daniele” iocisto edizioni; esce e si presenta il 31 ottobre dalle 11:30 a Piazza Fuga, Napoli]

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: