In fila

Ogni volta che suonava / Romeo Blue / sembrava truccasse l’aria, / per questo ci andavano in molti / ai suoi concerti, / perché seguendo l’enigma del suo fiato / si poteva risolvere una vita. / Per una sera, ma intanto si risolveva. / Lui, lo sapeva, / per questo ritoccava le parole / in un modo diverso. / Lasciando sentire in ogni ritornello / la sirena per l’ultima vita / di qualcuno che era lì in ascolto, / non bisognava poi fare molto, / bastava girare due volte intorno / al suono della parola preposta, / il resto veniva da solo. / Per alcune donne / la sua musica era una piaga / di ombre e catene, / che le teneva lì in attesa / d’essere scelte. / Altre, confondevano i suoi respiri / per avances / ritrovandosi nel mare aperto / dei suoi silenzi.

Annunci
Contrassegnato da tag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: