Teatro

Dal balcone contemplo

a precipizio,

avido, minaccio:

le montagne di fronte

le auto in basso

i gerani di fianco

l’ordine scomposto

dell’architettura intorno,

cercando

il cuore del moto:

canale rovinoso

in cui tutto cade

scorre

una macchinazione

sanguigna.

Poi rientro.

 

Contrassegnato da tag ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: