Un paese meraviglioso

C’erano cinque case, poi dieci, poi venti, in estate scoprirono che era un posto pericoloso, un ragazzo si muoveva tra quelle case, alla ricerca di emozioni, e, no, non seguiva le correnti d’aria e nemmeno i profumi delle cucine, ma il suo istinto. Aveva occhi scuri e nessuna pietà. Fu così che arrivò alla forca. Era quello il senso di tutto, anche se il Presidente ancora oggi dice il contrario.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: