Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai a Tel Aviv

Nicole Krauss prende in prestito dalle terzine di Dante Alighieri il titolo del suo libro “Selva oscura” (Guanda), provando a raccontare lo smarrimento davanti al quale tutti, prima o poi, capitiamo. Apparecchia una doppia storia: quella di Jules Epstein avvocato di successo che si spoglia dei propri beni e di Nicole una scrittrice americana che vive a Brooklyn – in autofiction – legandole all’Hotel Hilton di Tel Aviv, città d’ostinazione. Epstein è ossessionato da un rabbino e dal re Davide, lei da uno strano professore di letteratura forse anche agente del Mossad e da Franz Kafka. È un romanzo sul doppio – l’originale e la copia – che funziona a metà. Man mano che le due storie entrano in contatto con la terra d’Israele si sciolgono, perdono forza fino a diventare traballanti sul finale. Con la metà delle pagine avrebbe evitato un mucchio di tempi morti che uccidono la pazienza del lettore. Cervellotico, appartiene a quelle storie che quando le riassumi agli amici e all’editore sembrano pazzesche, poi le scrivi e non sono granché: consumate dai dettagli. La Krauss scomoda Sigmund Freud e il suo saggio “Das Unheimliche” per spiegare il ritorno al rimosso, che troverà la soluzione nella scena finale. Un velo di tristezza che diventa lastrico grigio sulle pagine. In mezzo ci sono i fatti di famiglia, con conseguenti ossessioni: rapporto col passato e immancabile bignami sulla storia d’Israele, che ogni volta fanno pensare all’unicità di Mordecai Richler, capace di evitare questi dazi storico-culturali.

[uscito su IL MESSAGGERO]

Contrassegnato da tag , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: