Serbia-Svizzera: Shaqiri, body building davanti alle porte europee

Vola l’aquila a due teste di Scanderbeg

esce dalla neutralità svizzera

e dalle braccia dello stratega Shaqiri

e si poggia sulle teste dei serbi

un amore archeologico che scava

nel passato e si sintonizza col presente

supera gli strumenti bellici antiquati

e sceglie il gol come soluzione

scomponendo la morte in canto

quello dei bar di Tirana uniti alle banche di Zürich

mentre a Pristina le radio gracchiano

al ritmo di Albano Carrisi

e la guerra è solo carta da parati

di triste dissipazione.

 

[illustrazione di Fabio Mingarelli]

 

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: