Aretha, costellazione

Nata in un pianoforte

capovolgendo la clessidra del corpo

assurse come voce pura d’Atlantide

unghie artigliate in gola

e un vortice di stoffa in technicolor

che disegnava strade e nuove città

mentre tutti inseguivano significati esoterici

Aretha duplicava l’impertinenza nei dischi

scrivendo la storia sulle carte vocali

dischiudeva speranze a lunga percorrenza

come fa il vento ai Caraibi

disorientando il mondo

e mescolando i confini con le note

bordi arricciati dalle sue labbra

tra sottomessa ammirazione

e amori incostanti.

Contrassegnato da tag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: