Più crostacei che squali

È giovane, Giacomo Mazzariol, ed è convinto di aver capito che la sua è una generazione di squali, a leggerli e guardarli sembrano più crostacei. Il suo romanzetto generazionale “Gli squali” (Einaudi) ha tutti i canoni del già visto, da Brizzi a Culicchia, con una scrittura al ribasso rispetto ai suoi predecessori, e molte pagine dalle quali si riemerge con perplessità: ogni volta che è chiamato a dare voce alle scene (due di sesso e un quasi inseguimento) le lascia a metà. E non c’entra Carver, anzi Mazzariol parla di Fante, ovviamente a sproposito. Abbiamo un’estate della maturità, un luogo di provincia, un gruppo di amici perplessi, e Max, il protagonista, che progetta una App che lo porta per la prima volta a Roma in una mini Silicon Valley con scoperta di Villa Borghese, Colosseo e Fontana di Trevi, niente a che vedere con “La dolce vita”, mancano i fastosi incanti felliniani e le inquadrature a tenuta complessiva di Sorrentino, c’è un racconto minimo a somma di episodi insignificanti che servono a dire che tutto o quasi fa schifo, che il mondo del lavoro è differente da quello della scuola e che sì, è meglio starsene ancora un po’ all’università. Dunque, più crostacei che squali. I primi sono remissivi, i secondi combattono, e nel racconto di Mazzariol di lotte non se ne vedono, c’è qualche mucciniano scambio verbale con corona di mugugni. Non manca il racconto del sogno, non riferito alle aspirazioni ma proprio a una scena vissuta mentre si dorme, obbligatorio in ogni libro di narrativa italiana con illuminazione artificiale.

[uscito su IL MESSAGGERO]

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: