Wembleyazo

Senza nome (1)1. Da cinema naturale a filone romantico: grazie a Vialli e Mancini, era dal dottor Zivago che non ci si commuoveva così per degli abbracci.
2. Come aveva intuito Giuseppe Ayala: il fair play gli inglesi l’hanno copiato a Giovanni Falcone. Infatti il vero inglese tra Boris Johnson e Sergio Mattarella è sempre un siciliano.
3. Chiellini e Bonucci pronti per girare il seguito di Starsky & Hutch.

4. English, you still have to eat pasta, but please be careful of the sauce.
5. Con Chiesa, è evidente che l’anima di Best si reincarna a cazzo, ma solo perché deve finire di smaltire tutto quello Champagne.
6. Immobile, stavolta purtroppo alla lettera.
7. Grazie a Jorginho non dovrebbero esserci più discussioni sullo ius soli o la nazionalità: se sai giocare a pallone, nasci dove ti pare, basta che poi indossi una maglia azzurra.
8. Chiellini pubblica foto stando a letto con la coppa. Tranquillizziamo Michela Murgia dicendo che la coppa aveva prestato il consenso dopo 120 minuti di gioco e i rigori.
9. Madonnarumma: s.f. espressione di gioia, esclamazione di sorpresa, infarto in corso.
10. Spinazzola con le stampelle, perché gli italiani in Europa hanno sempre l’impressione di stare in trincea.
11. Roberto Mancini con mani grandi da Gianni Morandi oscura Chiellini in ogni inquadratura con la coppa. Perché diciamocelo: Cannavaro in foto e primo piano, bene. Ma Chiellini forse è meglio coprirlo.
12. Verratti, Soldatino King e D’Artagnan insieme.
13. Il tiro a giro di Insigne unisce il mondo come What a wonderful world di Louis Armstrong. E per un attimo anche De Laurentiis fa pace con se stesso.
14. Pessina e Locatelli, mine vaganti con gol. Giù la testa, Inghilterra. Bonucci come Obdulio Varela. Insigne che canta più di Domenico Modugno. Una nazionale che è un romanzo d’appendice.
15. Nelle strade c’è l’Italia degli undici luglio: da finale vincente, sudata e euforica. C’è chi urla: pijiamose Cannes, chi rivendica l’immancabile Gioconda. A me basterebbe il ritorno della democrazia.
16. Mancini pur sbagliando i cambi vince sempre: errore che vince non si cambia.
17. Metà Sampdoria di Boškov si vendica a Wembley, quindi per vincere il mondiale tocca portare l’Inter di Simoni e il Napoli di Sarri.
18. Belotti che sbaglia pure il rigore dimostra di essere il tipico giocatore del Torino: cuore e sfiga.
19. Florenzi per Vialli finalmente ha superato “Una canzone per te” di Vasco Rossi.
20. E il cielo è sempre più blu.
21. Dopo il rigore parato da Donnarumma, la Scozia in festa e l’Irlanda con un fotomontaggio chiede l’annessione tra la Sardegna e la Sicilia. Sconfiggere gli inglesi è come una rivoluzione, un’internazionale socialista senza rotture di cazzo.
22. Se l’Argentina vince la Copa América in Brasile e l’Italia gli Europei contro l’ Inghilterra a Wembley, non possiamo che pensare: sappiamo quanto stai ridendo, Diego.
Contrassegnato da tag , ,

One thought on “Wembleyazo

  1. Sandra ha detto:

    Un’epifania! Grazie💓

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: