Ode a Maiellaro

s-l300 (1)Marcato dalle angosce

della retrocessione

Maiellaro, schiuma d’onda

che arriva in area

per la redenzione degli ultimi.

Nei suoi pallonetti

ci sono i bar dell’alba

le birre calde

le carte consumate

da stirpi di pensionati.

Nei suoi prodigi ancestrali

il riscatto dall’ecografia

dei fallimenti assidui

e inappellabili.

Nei suoi lanci

le architetture sbilenche

dove abitano i giorni

senza rivelazioni.

Nei suoi dribbling

tutte le frasi non dette

da chi non sa parlare

davanti a un microfono

il mondo col riporto

che disperde calore in curva

per riscattare all’Inps

i contributi degli anni allo stadio.

Contrassegnato da tag , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: