Mia, nostra, dell’universo

185945742_4603714836312342_1087471696409484490_nDomenica Rita Adriana Bertè, per gli amici e per il pubblico, Mia Martini. Non solo per Mia Farrow, ma per un’appartenenza e coerenza a se stessa da avere sempre impressa, soprattutto nel nome.

Amò e fu amata da Charles Aznavour, forse perché tra essere armeni a Parigi e calabresi a Roma, non c’è mai stata così tanta differenza.

Che fossero uomini per sé, che non cambiassero e si dimostrassero sempre piccoli al suo cospetto, hanno trovato sempre il modo di tradirla. Tranne Bruno Lauzi: “almeno tu nell’universo”.

Alle donne negli anni ha mostrato l’amore a dimensioni siderali, dall’unica persona da cercare nell’universo alle stelle da contare. E certamente non finisce mica il cielo per una storia d’amore ma è bello perdersi in un cielo che prima apparteneva solo agli uomini e alle loro albe da vincitori.

L’abbandono, l’attesa e la passione in Minuetto. Uno dei testi più sensibili, di spiccata femminilità, scritto da un uomo che tante donne le ha amate davvero, Franco Califano.

Fosse vissuta in un paese diverso, Mia Martini con i suoi quattro mesi di carcere sarebbe stata il nostro Johnny Cash.

Da Red Ronnie a Patty Pravo, da Fred Bongusto alla Rai. In tanti le voltarono le spalle per un pregiudizio. Come se in Italia la cultura non avesse mille cause di sciagura da indagare al proprio interno, ma solo un capro espiatorio da accusare.

Pino Daniele, Roberto Murolo, Gragnaniello e Tullio De Piscopo. Un amore per Napoli che senza appartenerle incarnava la sua forza.

Per i romani non è ancora chiaro se è più memorabile la neve per le strade della capitale o Mia Martini che cantando ricorda quella del ’56.

Se le cosce della sorella Bertè erano le due corsie della Salerno Reggio Calabria, Mia Martini era la costa frastagliata tirrenica, piena di scogli e nodi irrisolti, forti correnti e passioni, inaspettate vertigini di bellezza a ogni tornante e nota.

Pubblicità
Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: