Archivi tag: Bruce Springsteen

Gli stadi del Wisconsin

Mark Artaud ha scritto in sogno: “Gli stadi del Wisconsin”, storia di una partita di baseball disputata tra Milwaukee Brewers e St.Louis Cardinals, esplorando le biografie di quelli che erano presenti, legati da una strana notorietà. Ha scelto quello stato perché la parola è un inglesizzazione dell’adattamento francese di un nome indiano che significa “il luogo dove viviamo”. Si va da Jill Price, americana, 42 anni, che soffre di “sindrome della memoria sovraccarica” e non può dimenticare neppure un suo gesto degli ultimi 34 anni. A Pietro Psaier: artista fantasma. Fredric J. Baur che inventò il contenitore cilindrico delle “Pringles”, Dan Cooper uno dei primi dirottatori d’aereo, James Oyebola pugile con tragica fine, Wayne A. Schenk l’uomo che in un mese scoprirà prima di essere malato di cancro ai polmoni poi di aver vinto il primo premio della lotteria di NY, e molti altri. Chiude la partita e il libro: Bruce Springsteen che ha cantato una serenata per New York.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Higuain, nove verticale

Higuain il doppio, adesso finalmente conosce se stesso. Dopo essere nato in Francia è cresciuto in Argentina; dopo aver giocato dietro le punte da ragazzo è diventato quell’autentico numero nove che macina gol, smentendo “illusioni, copiature e sbornie ideologiche sul falso nueve”, come ha scritto Gianni Mura; dopo aver deluso gli insaziabili del Real Madrid che gli preferivano Benzema e illuso gli altrettanto insaziabili argentini in Coppa America, ora ha trovato il suo centro di gravità permanente: Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

The promise

La sopravvivenza delle promesse è davvero impossibile a meno di una banca o di un sistema di controllo maggiore delle singole moralità. È doveroso sistemare le promesse, dividerle per categoria, almeno due grandi filoni: quelle fatte in serenità e quelle fatte in burrasca. Spesso le promesse migliori avvengono nel secondo caso, la paura pesca i desideri profondi e li mette in mostra, però poi il passaggio a una situazione di normalità pugnala quella dichiarazione di intenti. Ci scusiamo se qualcuno dovesse averne a male per questa spiegazione, ma è necessario farlo prima di continuare è giusto dire che Frederick Manaus: l’uomo col cuore in un gomito, è innocente, e che Jason Ellis ha scritto la migliore canzone su una promessa, sì anche più bella di quella di Bruce Springsteen. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , ,
Annunci