Archivi tag: chiesa

Alta Moda Vaticana

wNelle catacombe romane si è svolta la prima sfilata d’alta moda Vaticana, e per l’occasione si sono ricomposti i pezzi di stoffa intrisi di sangue di Giovanni Paolo II, cuciti da Armani. Le vesti papali dell’attentato in piazza San Pietro. Visti i frequenti furti dei pezzetti, la diffusione e il mercato nero, Papa Francesco ha deciso di farne una sola unica reliquia tenuta insieme da ago filo e mani di Armani (sì le mani dello stilista resteranno sul vestito per devozione, ad asportarle sarà il professore Lanzetta che poi gli cucirà quelle di un giovane portiere ghanese), il tutto sarà esposto nella basilica di San Paolo a Roma. Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Dogs like gods. Want to play

110711_neon-st-pauls-1_p323Dio era grande nella sua assenza e i suoi rappresentanti nel rispetto del silenzio. Perché ci sono domande che sì possono essere fatte ma che non devono avere risposta, altrimenti il gioco finisce.

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

La confessione

1368818772_138234_1368819288_portada_normalConfesso a Dio onnipotente e a voi fratelli che sì, la Chiesa argentina sostenne, coprì e aiutò il golpe di Jorge Videla, e intanto Dio e il Figlio suo e con loro, noi preti, e io, io, padre Enrique Wolf e con me vescovi e cardinali, dicevamo Ave Maria, piena di grazia, per le strade di Buenos Aires, Padre nostro in ogni stadio, garage, scuola o appartamento di tortura, sia fatta la nostra volontà in assenza dei gesti vostri, e nei cieli, sì, nei cieli, Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Padre Pio Town

Il suo miracolo vero è aver fatto di sé una dimensione geografica. Le persone non dicono sono o vado a San Giovanni Rotondo, ma sono o vado a Padre Pio, come se fosse una città e non un santo e prima un uomo. La lingua è nazione, oltre che anima. In questo caso spia della prima città nata come estensione di un corpo, figlia della nostalgia e di un forte sentimento di contiguità con la santità e la sua forma terrena riconosciuta nel cappuccino di Pietrelcina – secondo i fedeli e la Chiesa –, che si va ricostruendo con immagini e video nelle case degli italiani e su YouTube, e che si materializza nelle statue di Padre Pio deposte per le strade del mondo: qualcuno prima o poi le conterà e ne farà una mappa alternativa – della fede e di San Pietro. Gli uomini e le donne che vengono qua sono sì fedeli ma anche e soprattutto montatori di un grande unico film, che ha lo scopo di far esistere Padre Pio Town, seppure inconsciamente, dove il santo vive in continua contemporaneità con i suoi fedeli. La sceneggiatura ce l’han messa i frati, allestendo un santuario che è corpo e ricordo, faccia e pensiero votati a quando c’era LUI, il resto – il film – è venuto da sé: con le macchine digitali e i telefonini con telecamere. Milioni di comparse e di registi. È la religione dei polpastrelli che si manifesta con i pixel. Ma questo lo capiranno fra un po’ di tempo, se provate a chiedere perché invece di pregare scattano foto o riprendono la cella e la fila per arrivarci non sanno rispondere, qualcuno che è più avanti molla un: «per condividere». Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,
Annunci