Archivi tag: Dries Mertens

Mertens: a passo di milonga

L’esperimento Mertens è riuscito, Sarri ha avuto ragione. Gol dopo gol c’è stato un falò di dubbi, complessi, idee sbagliate e purtroppo anche di Gabbiadini “caduti alla panchina”. Aveva bisogno di spazio, gol e di una benedizione, Dries Baixinho Mertens, per consolidare il suo nuovo ruolo, e sono arrivati. Sette gol in sette giorni. Tre al Cagliari, quattro al Torino, ma non è tanto il quanto, ma il come: a fare la differenza. Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Mertens, finzione borgesiana

Ha un tempo tutto suo Dries Mertens, è il calciatore che va dritto al centro della partita. Sembra una invenzione cinematografica, il colpo di scena calcistico. O una finzione borgesiana: perché riesce a praticare una serie di azioni individuali eseguite in doppia velocità; in modo parallelo: una velocità doppia nel campo e una normale nelle immagini. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , ,

Riprendere i sensi

Piccolo e invisibile, Dries Mertens, passa tra i calciatori del Verona, serpeggiando. Trasformando la sua vocazione in pavloviana dimestichezza. Comincia da lontano, a ridosso del centrocampo, con una serie di scatti col pallone inchiodato ai piedi, riducendo i suoi marcatori: Bianchetti e Moras, in assonnati spettatori del suo passaggio con i compagni Helander e Checchin, il resto lo fa il portiere Coppola lasciandosi beffare dal suo tiro mancinissimo. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , ,

Insigne, Mertens: pali, gol e mugugni

Il fuoriclasse è ingovernabile o almeno prova sempre a esserlo, che ci sia da scartare o da dissentire. E, il bambino infinito, Lorenzo Insigne, dissente rumorosamente quando il padre Maurizio Sarri lo toglie dal campo e dal gioco al ventesimo del secondo tempo. E sbaglia. È sempre difficile lasciare le partite dove ci si diverte, e questo Napoli si diverte moltissimo. Tutti sono vertici di un triangolo secondo il teorema di Pep Guardiola e ipotenuse sulle quali costruire gol e quadrati, secondo il postulato di Arrigo Sacchi, così al ragazzo napoletano non va giù l’uscita per il suo antagonista rabbioso Dries Mertens – all’inizio sembrava dovesse essere titolare – che subito colpisce un palo per mettersi in pari con quello di Insigne, e dopo segna come se fosse lui, dando ragione al giocatore di scacchi Maurizio Sarri. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,
Annunci