Archivi tag: Emilio Salgari

Taibo II: la redenzione comincia a Napoli

Napoli come città del perdono, che tutto assolve anche il più infame dei peccati. Per questo, Paco Ignacio Taibo II in “Redenzione” (La Nuova Frontiera), la allaccia al Messico, giocando col tempo, la storia e la geografia. È la menzogna che fa vivere i romanzi, quella che diventa credibile agli occhi del lettore, e Taibo lo sa, in lui vive il rimbombo di un continente, quello di lingua spagnola: slabbrato, scalcagnato ma sempre vivo; Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Capitani coraggiosi (e non) in vari naufragi

Il coraggio non è mai un obbligo ma una scelta, che ci aspettiamo dai padri e dai capitani. Una scelta che a volte richiede incoscienza, altre senso di responsabilità. Il mare, poi, è sempre stato complice dell’irrequietezza degli uomini, svelandone il meglio e il peggio in pochi istanti. E le navi, pure quelle più grandi e sicure, mostrano sempre una specie a disagio, la nostra. Se oggi Joseph Conrad scrivesse “Lord Jim” passerebbe per una storia assurda. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

La morte del corsaro nero

Già nel XVIII secolo Goethe aveva scagliato tuoni e fulmini contro gli editori, a quei tempi chiamati «librai»: «Sono tutti figli del diavolo, per loro ci deve essere un inferno speciale». E un altro classico tedesco, Hebbel: «È più facile camminare con Gesù Cristo sulle acque che passare con un editore attraverso la vita». Perfino il grande editore inglese Frederick Warburg si poneva questa domanda, pochi anni fa, nel titolo delle proprie memorie: An Occupation for Gentlemen? Più vicino a noi, Francisco Ayala, premio Cervantes, definisce il suo editore di Buenos Aires direttamente come «ladro». Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Yanez con la bicicletta

Ancora una volta, con la testa, è risorto: Vincenzo Nibali, lo sconsiderato Nibali, che sembra Yanez con la bicicletta. Mai una vittoria banale, esce ed entra dal tempo e dalle gare, quando appare perduto, sprofondato, allora c’è speranza: risorgerà. Lo ha sempre fatto. Fino a tre giorni fa sembrava fuori dal giro, accompagnato da un fuoco amico di rimproveri e giudizi negativi: Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

I pirati di Sarawak

Sarawak, dal ponte, guardava il filo di terra che era la Somalia vista dall’oceano. Lui e i suoi uomini stavano per assaltare la “Marcos”, un nave cargo, che il radar dava in avvicinamento. Da mesi i giornali di mezzo mondo non parlavano che di loro, a terra, i suoi uomini gli dicevano che c’era un esercito di giornalisti pronti a pagare per dieci minuti di intervista e un altro esercito di uomini pronto ad unirsi alla sua flotta. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , ,
Annunci