Archivi tag: Eugenio Scalfari

Il Presidente non pensa solo agli operai

Se Giancarlo De Cataldo non avesse interrogato i ragazzi che gli stavano intorno, se non ci fossero le scene disegnate di un fumetto che poi diventerà pure pubblicazione, se avesse contenuto l’ego di Eugenio Scalfari, se il montaggio non avesse tagliato la prima parte sul parlato, e se non ci fosse stata la lettera finale, “Pertini il combattente” poteva essere un piccolo gioiello, su un politico e una persona dispari: per storia, temperamento e vita. Invece, ne viene fuori un compitino a scopo didattico, Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Scalfarticle

Da quando Eugenio Scalfari ha lasciato il giornalismo e l’Italia, “Repubblica” non è più la stessa. Il Fondatore ha deciso di andare a vivere a Miami, stupendo tutti, e alla telefonata di Giorgio Napolitano che gli chiedeva kantianamente il perché – e sotto sotto voleva capire se c’era posto anche per lui nella nuova casa vista oceano – Scalfari ha risposto eduardianamente: «‘a pucchiacca». E, Giorgio, ha impiegato del tempo per associare la parola a una immagine, poi ha detto a Carlo De Benedetti – che gli chiedeva se fosse riuscito nella missione di farlo tornare –: «lo sai come sono i giovani d’oggi», ed ha riattaccato. Il problema è che quello che sembrava un peso, lo spazio domenicale di Scalfari, era più d’un telegiornale: nessuno lo leggeva o se lo leggeva non capiva e se capiva si addormentava prima della fine, insomma era un servizio di pubblica utilità, che, venuto a mancare, aveva aperto una voragine. Continua a leggere

Contrassegnato da tag

Una carambola di stupore

Ogni volta che devo raccontare una cosa come questa che sto per scrivere, e che poi alla fine non scrivo, mi sento in una situazione che descriveva Bertolt Brecht: “Sto seduto sul bordo della strada, l’autista cambia la ruota. Non mi piace da dove vengo. Non pi piace dove sto andando. Perché guardo il cambio della ruota con impazienza?”. E infatti di solito non la faccio, lascio perdere. Anche perché leggo in un mucchio di blog la gente che si vanta e racconta cose di sé, era quello che in cinque anni ho sempre cercato di non fare, volevo sparire scrivendo il mio blog, volevo che fossero le storie ad apparire e non io, e guardandomi indietro pare che l’operazione sia riuscita. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

La rubrica del Presidente

imagesDa quando ha la rubrica della posta del cuore su Vanity Fair, l’ex presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano sente davvero l’amore delle italiane e degli italiani. Da quando si è dimesso, gli scrivono anche i grillini, i leghisti e i giornalisti del Fatto, perché la sua saggezza aiuta a risolvere le storie di coppia molto meglio di come arbitrava i contrasti democratici. Tanto che per la prima volta la versione americana del giornale traduce delle pagine che escono in italiano e non viceversa. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Vaticano Calling

xOggi Andrea De Carlo ha annunciato che non parteciperà come giudice a Masterpiece, in conferenza stampa ha raccontato di aver ricevuto una telefonata di Papa Francesco, e che dopo averci pensato su tutta la notte ha deciso di ascoltare i consigli del pontefice. Lascerà il reality per andare in Terra Santa, e ci andrà con un percorso spirituale e musicale (seguiranno cd, dvd e libro fotografico oltre che diario con intervista in esclusiva sul Papa e la letteratura). Ma prima di raccontare il progetto che Francesco gli ha chiesto di intraprendere, con la promessa di seguirlo, avranno una tariffa speciale PopeandMe (con un corto girato dallo stesso De Carlo e uno speciale di Daria Bignardi sulla tariffa evento, il video pubblicitario sarà girato da Paolo Sorrentino e ci sarà Servillo a fumare, camminare e telefonare – non si dirà esplicitamente a chi – segue inquadratura della cupola di San Pietro). Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Annunci