Archivi tag: Germania

Come un ananas

Rimase immobile a guardare la mano che afferrava l’ananas, mentre diventava sempre più distinta l’immagine per anni rimossa. All’improvviso, in un supermercato della provincia americana, poteva sentire echeggiare i rumori del campo, gli ordini nella sua lingua madre e l’abbandono della condanna. In mezzo a una costellazione luminosissima di banchi e scaffali, c’era solo quella mano che teneva l’ananas: in un sostanziale allineamento tra ricordi. Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Take time for smell the roses

In una eventuale gerarchia delle sante personalità del calcio Bobby Robson sarebbe in cima alla lista, come lo sarebbe in quella degli allenatori che sono stati fondamentali, non tanto per il sistema di gioco quanto per l’evoluzione umana di questo. A restituircelo arriva un documentario girato così bene – e montato meglio – da chiedere che diventi un format: “Bobby Robson: more than a manager” di Gabriel Clarke & Torquil Jones. Giocando sulla cronologia, ma soprattutto lavorando sul sorriso hollywoodiano di Robson –  un Bob Kennedy inglese –, Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , ,

Germania-Svezia: Toni Kroos, scienza e tecnica

Le sirene davano l’allarme

sui cross di Kimmich

mentre la Svezia oscurava ogni luce di Soči

per non essere localizzata

dimenticando che Toni Kroos

scienza e tecnica

aveva preso la mira

secondo i mostruosi congegni della fantasia

col carburatore di una Volkswagen Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Germania-Messico: Ochoa stregone azteco

Sotto i cieli ionizzanti di Yashin

s’allunga Ochoa, tra sospiri e ideologie

mentre Lozano, con espressività maliziosa,

ferisce e sgomenta Neuer.

Ahi serva Germania, di contropiede ostello

perdesti ritmo e ingegnose figurazioni

come Troia con Ulisse

provando invano l’assalto al messicano

incantata e perplessa trovasti Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Dalla prima lettera di Houellebecq a Bielsa: Un grandioso progetto per voi mentecatti sottomessi

Monsieur Bielsa,

mi hanno riferito della sua battuta sulle mie poesie, del suo paragone con Ribéry, che in effetti gareggia con me in quanto a perversioni, per questo, sappia che adoro chi mi denigra, amo chi non mi striscia ai piedi, come fanno spesso gli inviati dei giornali italiani, insopportabili con le loro domande politiche, che mi diverto a stracciare, invece con lei vorrei fare un discorso più complesso: so di potermelo permettere, e spero che Lei sia in grado di rispondere e soprattutto d’agire, nel caso si faccia aiutare dalla redazione de L’Equipe. Dietro la sua compostezza, dietro la sua educazione borghese argentina, leggo tutto il disprezzo – largamente giustificato – per la Francia, in fondo il nostro è un campionato minore, preda degli arabi, ai quali abbiamo consegnato Parigi e ora gradualmente tutto il paese. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Annunci