Archivi tag: Hong Kong

Piccolo drago: la vita di Bruce Lee

Si scrivono romanzi per produrre altri destini e per agire da demiurgo stilizzando la realtà, ci dice Francesco Palmieri. Lui annoda se stesso a Bruce Lee, e scrive la sua storia. Il progetto è rimettere insieme i pezzi del corpo iconico di Mouh Si Duhng (chi non si ferma mai) e, montandoli, farne tornare la vita, le gesta, mentre ne ripercorre la breve esistenza: triangolando tra Napoli, Roma e Hong Kong, e sovrascrivendola alla sua. È così che nasce “Piccolo Drago” (Mondadori), con Lee che parte dalla Cina per l’America con cento dollari e un sogno, e Palmieri che da Napoli va in Cina per inseguire quel sogno divenuto certezza, incrociando strade e gesti, acquisendone filosofia e lingua, fino a usare la finzione cinematografia – che fu la cifra espressiva di Bruce Lee, che mai combatté – per dirci la verità. Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,

Capitani coraggiosi (e non) in vari naufragi

Il coraggio non è mai un obbligo ma una scelta, che ci aspettiamo dai padri e dai capitani. Una scelta che a volte richiede incoscienza, altre senso di responsabilità. Il mare, poi, è sempre stato complice dell’irrequietezza degli uomini, svelandone il meglio e il peggio in pochi istanti. E le navi, pure quelle più grandi e sicure, mostrano sempre una specie a disagio, la nostra. Se oggi Joseph Conrad scrivesse “Lord Jim” passerebbe per una storia assurda. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

Cina e altri inganni

Quando Ezequiel Lavezzi si risvegliò nella clinica Svizo-cinese di Shanghai: non poteva ancora vedere la sua nuova faccia, ma di fianco al suo letto il funzionario Yu Hua – delegato del partito per il progetto “Crocevia” – gli annunciava la riuscita dell’operazione, mentre appoggiava sul comodino i suoi nuovi documenti: passaporto, tessera sanitaria e soprattutto le nuove carte di credito, con l’aggiunta premio per l’adesione al progetto. Stava per cominciare la sua nuova vita, quella da Po Cho, Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Stiamo tutti andando nella stessa direzione?

Il signor Marco Oliva cresciuto in un piccolo paese del sud: dove cinema neri aspettavano luce e uomini soli dalla vita ordinaria attendevano donne senza fantasia. Autore del best seller: “Chi è Johnny Cash?”, punta a caso l’indice sul mappamondo e parte. Sta scrivendo un libro su un uomo che vive solo quando è in viaggio, pensa con Orson Welles che basti poco tempo per conoscere l’anima di un posto, divide il genere femminile in due categorie: quelle che vorrebbero essere come le donne di “Sex and the City” e quelle che sono come le donne di “Sex and the City”. Non conosce mai la città successiva quando riparte ma sa che alla fine del prossimo anno il libro e i suoi viaggi finiranno sull’isola indonesiana di Flores: con il protagonista che arriva in tempo per il cambio di colore dei tre laghi craterici del Keli Mutu. Il resto sono tumulti di cuore, note di piano, fumose girandole. Milady strada di Parigi: pagina iniziale. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , ,
Annunci