Archivi tag: Ibrahimovich

Biglietto lasciato prima di non andare via

Ormai tutti sappiamo che il calciatore Mario Balotelli non esiste, lo sanno molti allenatori, lo sanno in Premier League – sì, certo tranne Noel Gallagher e Mino Raiola – e lo sanno moltissimi tifosi; già da qualche anno questa ipotesi si andava diffondendo. Ogni tanto lo avvistano poi no, poi sì, nel nuovo triangolo delle Bermuda: Milano-Manchester-Liverpool, tratta che ha percorso molte più volte delle fasce dei campi dove si diceva che avrebbe giocato, e dove è riuscito ad essere più presente rispetto alle azioni di contropiede. A parte le iraconde oscillazioni di Galliani, le illusioni dell’intera città beatlesiana, e l’eretismo scanzonato di Mansur bin Zayd Al Nahyan, Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Mou contro Eva

Josè Mourinho è la versione calcistica di Mordecai Richler: ha costruito la sua carriera presentandosi come un distruttore del calcio politicamente corretto. Proprio come  lo scrittore canadese autore de “La versione di Barney” si è reso protagonista di una serie intensa di azioni anticonformiste. È un allenatore indubitabile e magnifico nell’esercizio postmoderno del ruolo Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,

Ibra

Zlatan«Appena la vita ristagna io voglio azione», dice Ibra, e il ristagno era Barcellona. Comincia così la sua biografia – Io, Ibra, Rizzoli,  389 pp., € 18,50, a quattro mani con David Lagercranz – con una critica enorme alla squadra più forte del mondo, al suo essere un collegio, non adatto ai ragazzi come lui. Per questo siam qua a scriverne, perché Ibrahimovic sta dalle parti di Best e Cantona, e ci va bene così. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

Il profeta

2012October31Wednesday203758mino_raiolaDa quando a Mino Raiola è apparso Gascoigne, la sua vita è cambiata. Ha lasciato Balotelli, Ibrahimovich, Hamsik, Pogba, si è iscritto alla Cgil e al congresso è stato eletto segretario, da allora l’Italia vive una pacificazione che sembrava non appartenerle. Tanto che dagli Stati Uniti alla Svezia vengono a studiare la pace sociale del procuratore pallonaro che si fece segretario e infine profeta. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,