Archivi tag: Marco Vichi

Porte che inutilmente sbattono di notte

Fragilità e inconsistenza, oltre una elementarità di lingua, governano la raccolta di racconti: “Se mai un giorno” (Guanda) di Marco Vichi. “Storie e destini che chiedono di essere ascoltati”, sì, se avessero una voce non sovrascritta, se avessero dei dettagli, degli incipit diversi, anche non articolati ma almeno capaci di fare colpo – “Era una calda sera di settembre”; “Era una notte fonda, ma il sonno non voleva saperne di accoglierlo tra le sue braccia”; “C’era una gran bufera, quella notte”; “Non posso dimenticare quella notte. Una delle più inaspettate che abbia mai vissuto”; “Chalna, è notte. Una notte d’estate”–, Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , ,
Annunci