Archivi tag: Milos Forman

Larry Flynt: lo scandalo della libertà

1. A Flynt piaceva la libertà che dovrebbe piacere a tutti, ma meglio di no. A Flynt piaceva la figa, che piace a tutti, ma pare brutto dirlo. A Flynt piaceva giocare che no, non piace a tutti.
2. A Flynt non piaceva avere paura dei suoi desideri, desiderare di moltiplicarli era molto meglio che reprimerli.
3. Uno dei grandi americani pazzi che costringono gli Stati Uniti a spostare il confine.
4. Una nazione che ha più paura di un cazzo illustrato che della canna di un fucile ha qualche problema irrisolto.
5. Hustler: un impero nato sul cesso e deliberato dalla Corte Suprema.
6. L’uomo che ha rivelato la sconvolgente verità agli Stati Uniti: la vagina ce l’hanno anche le vostre madri e voi venite da lì, anche se siete dei pastori.

Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , ,

La villa a Chernobyl

10736011_10205014190183407_1222853087_nIn “Man on the moon”, film di Milos Forman sulla vita di Andy Kaufman interpretato da Jim Carrey, c’è una scena, dove ad un incontro, il pubblico chiede a Kaufman il tormentone di Latka – personaggio che interpretava in “Taxi” una vecchia sitcom –, e lui, prova a spiegare ma niente, tanto che la cosa gli sfugge di mano e per rimediare e far comprendere che è diventato altro: legge tutto il “Grande Gatsby” di Francis Scott Fitzgerald, proprio tutto, fino a sfinirli uno ad uno e costringerli ad andare via. Ho ripensato a Kaufman quando Gianfranco Marziano mi ha raccontato che vorrebbe cancellare ogni traccia digitale di sé dal web, perché non sopporta più quelli che lo adorano. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,