Archivi tag: Mondadori

Zeitoun: Ulisse tormentato dagli equivoci

L’uragano Kathrina ha cancellato case, città e vite. Si è trascinato via molte storie, ha ucciso, devastato, stravolto. E dopo sono seguiti superficialità, inettitudine, violenze. Tutti ci siamo fermati al rimpianto per New Orleans sommersa, ma c’era altro, sotto l’acqua sporca. C’erano storie come quelle di Zeitoun che Dave Eggers ha raccontato nel sul ultimo libro (Zeitoun, Mondadori, pag. 311, euro 17,50),  che sono vere e proprie odissee, l’uomo siriano, un Ulisse tormentato dagli equivoci, mosso da buone intenzioni, frainteso, scambiato per un saccheggiatore e trattato da terrorista. Inquieta e commuove questa storia, perché costruita bene, con una velocità di pagine che restituiscono l’oralità, quasi riflettono il ritmo musicale dei luoghi dove sono accaduti, Eggers va oltre Kafka con gli occhi di Dickens. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , ,

Trellini: detective di rimandi e cuciture per Italia-Brasile ’82

Scelta da “Time” come la partita più bella della storia del calcio, Italia – Brasile del 1982 – come tutto quel mondiale, che gronda epica – continua a farsi raccontare, a richiedere piccoli Omero che ne fanno Iliade. Uno dei primi a capirlo fu – ovviamente – Pier Vittorio Tondelli con “Dinner party”, poi vennero i singoli racconti dei calciatori, poi i romanzetti italiani che ci mettevano l’urlo di Tardelli, dopo i monologhi come quelli di Davide Enia e ora arriva Piero Trellini con “La partita” (Mondadori) che prorompe, allarga, spiega, connette, andando a trovare l’inverosimile, cercando di farne una opera wallaciana, ma gli manca la scrittura non il coraggio, e proprio per il suo coraggio il libro merita di essere letto, perché c’è uno sforzo enorme e molta bellezza. Zeppo di parentesi come note al largo della partita, microstorie, flashback, rimandi e cuciture, ci sono biografie e salti temporali, spiegoni politici – sia per il Brasile della dittatura che per la Spagna franchista e post, e non manca la serie italianissima sulla P2 –; Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Paolo Repetti: il vecchio problema dei Megadirettori

Cerca una follia pratica, quasi quotidiana, che possa divenire rapido scambio surreale, strappando risate, Paolo Repetti con “Esercizi di sepoltura di una madre” (Mondadori), confrontandosi tutti i giorni con i suoi tre nipoti: Isaac, Davide e Saretta, figli della cugina Ester, ingravidata (con triplete) e poi abbandonata; intorno ci sono il gatto Ettore (assistito come un piccolo imperatore) e la nonna dei tre e zia del Paolo narrante: l’ultranovantenne Sara, una sorta di Benjamin Netanyahu al femminile. Questo è il catalogo: ebraismo, cattolicesimo, Roma, sesso, educazione, scuola, metafisica, letture, pallone. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,

Molto rumore del mondo per nulla

Rendendo omaggio al suo cognome risorgimentale e a due città fondamentali in quell’epoca, Londra e Torino, Benedetta Cibrario, con “Il rumore del mondo” (Mondadori), scrive un romanzo ottocentesco nella struttura e nel contesto. Una lunga storia (settecentocinquanta pagine), per far vivere il suo progetto di recupero e ricomposizione del tempo perduto. Peccato che non ci sia tensione e le pagine scricchiolino nel revival ossessivo alla ricerca di una vertigine che non arriva, mentre si ricompone il passato attraverso l’erudizione e il ripasso storico. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , ,

Andrea G. Pinketts, l’importante è esagerare

Voleva essere il Grande Gatsby, ma lo fregavano le camicie. Aveva il fisico, lavorava sulla lingua e le facce, ma esagerava con i colori. Uno sciupone di vita e parole. Andrea G. Pinketts, in realtà Andrea Giovanni Pinchetti, «Pinketts, il vero cognome della mia famiglia, fu italianizzato sotto il fascismo. Io sono milanesissimo ma di padre irlandese. Mia mamma invece è trentina, di padre tedesco»; prima che scrittore era una creatura della notte, un animale da bar che viveva come antidoti alla paura: Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,