Archivi tag: Omar Sharif

Una vecchia lettera di Depardieu a Bielsa

Caro Marcelo,

il panorama è fatto di case piccole e monotone, per questo scrivo a te che sei un castello. Non ci vediamo dai tempi di Marsiglia, quando accettasti di farmi entrare nel tuo rifugio e mi cucinasti due uova al tegamino bevendoci su Borgogna (era l’Echezeaux Grand Cru, 2002 di René Engel), in fondo erano solo le undici del mattino, ci poteva stare. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

L’ultima stanza

1347453524_720366_1347453712_album_normalGli hotel del Cairo non riescono a tirarsi fuori dal rumore. All’inizio della stagione le cose non andavano male come adesso: tutto sembrava poter reggere ancora per molto, invece, ora, ci sono più cammelli che auto. L’attore col cappotto ha una stanza prenotata a suo nome per sempre. La gente non fa che piangere, e a nulla servono le sue vecchie interviste. Il venditore all’angolo, quello dei bottoni come uova d’oca, ogni mattina urla: «bisogna seppellire gli asini davanti alle cattedrali, e smetterla d’aspettare». L’attore era sordo da un orecchio per questo gli sorrideva passando. Tutte le volte guardando quell’uomo recitare la sua parte pensava senza dirlo: i commedianti provengono dall’inferno, e lì, spariranno. Se lo sapessero, smetterebbero di recitare. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , ,