Archivi tag: Stati Uniti

Larry Flynt: lo scandalo della libertà

1. A Flynt piaceva la libertà che dovrebbe piacere a tutti, ma meglio di no. A Flynt piaceva la figa, che piace a tutti, ma pare brutto dirlo. A Flynt piaceva giocare che no, non piace a tutti.
2. A Flynt non piaceva avere paura dei suoi desideri, desiderare di moltiplicarli era molto meglio che reprimerli.
3. Uno dei grandi americani pazzi che costringono gli Stati Uniti a spostare il confine.
4. Una nazione che ha più paura di un cazzo illustrato che della canna di un fucile ha qualche problema irrisolto.
5. Hustler: un impero nato sul cesso e deliberato dalla Corte Suprema.
6. L’uomo che ha rivelato la sconvolgente verità agli Stati Uniti: la vagina ce l’hanno anche le vostre madri e voi venite da lì, anche se siete dei pastori.

Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , ,

Ibrahimović: la bellezza dell’inquietudine

Dies Ibra-e,  di rigore sbagliato e incrocio colpito, e poi di liberazione con gol. Zlatan Ibrahimović è un calciatore che non si accontenta, un bambino infinito che, con le sue partite, ci dice che il nostro è un campionato per vecchi che non smettono di produrre gioco, con buona pace del governatore Toti. Ibra copre anche la quota teatro interpretando il Carmelo Bene che manca, elargisce presunzione – con partite alle spalle –, parla di sé in terza persona, e arriva persino ad ammettere che forse lascerà i rigori al compagno Franck Kessié. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , ,

Il rock’n’roll di capitan Sacripanti

È molto lontano dai mobilifici brianzoli, pur provenendo da Cantù, anche se trasmette concretezza. Ha i modi felpati, Stefano “Pino” Sacripanti, e il senso dell’amicizia del “Noodles” di Sergio Leone ma canta “Un giorno credi”. Uno al quale piace la puzza dei palasport, per questo ha scelto di “scendere” in A2 e allenare il Napoli Basket. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ruffiani

Ernest Hemingway ha scritto nel 1931, nei Consigli a mio figlio: «Non sposare mai le puttane | non pagare mai un ricattatore | non seguire mai la legge | non fidarti di un editore | o non coglierai mai la tua occasione». Sono così tanti gli scrittori beffati e offesi che sembra un miracolo vederli portati per mano dall’editore in quelle patetiche cerimonie che sono le presentazioni dei libri. Lì si può valutare la debolezza del poveretto: il suo ego si gonfia e le gote gli si colorano perché finalmente il paese conoscerà il suo capolavoro. La pedanteria è un peccato che l’editore non commette mai. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Quella volta che Maradona andò a casa di Muhammad Ali

Mi ricordo le caramelle che c’erano nell’ufficio di Don King, non era una scrivania quella, era un negozio per bambini, e dietro c’era questo gigante in pigiama, con il sigaro e i capelli ritti. Diego quel giorno era davvero felice, io gli facevo da interprete, siamo andati dal più grande di tutti, come ci ha detto, prima di mettersi a raccontare la sua vita dalla prima riffa fino all’ultimo incontro, Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,