Archivi tag: subcomandante Marcos

Maradona: gli occhi della patria e i colpi di sole

Nel giochino degli status di Facebook, Maradona gioca alla rivoluzione. Dalla sua villa dubaiana si dice pronto ad essere un soldato per Nicolás Maduro, presidente del Venezuela, saltando la fase di analisi e andando dietro all’istinto, dimenticando i fatti e facendo prevalere il sogno di una rivoluzione che dai Caraibi alla Patagonia sta naufragando, sotto i colpi della corruzione e dell’assolutismo, prima ancora di quelli delle destre illiberali. Ma il Venezuela prima di essere una squadra di calcio è un paese in grande difficoltà, e le scelte di Maduro persino tatticamente sono scarse. È riuscito a consumare in poco tempo le conquiste di Hugo Chávez, a sperperare le sue idee, capovolgendo l’economia statale, e ora difende i suoi errori con le armi, sedando – senza distinzione – insurrezioni golpiste e proteste di piazza. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

Il Deportivo La Menzogna e la misteriosa sparizione della Coppa Rimet

Lev YashinIl Deportivo La Menzogna era la più grande e unica compagnia di calciattori in giro per il mondo, nata dal sogno di un bambino e dalla scomparsa di una coppa. Il bambino era Ricardo Fangacio, Rimet, invece, era il nome della Coppa. Il sogno e il bambino si erano incontrati in un letto di Città del Messico, grazie a Monica Barassi che poi è il coraggio di questa storia, nipote di Ottorino Barassi, passato alla storia come l’ingegnere che salvò la Rimet dalla guerra portandola a Lussemburgo in una scatola di scarpe. Entrambi non credevano alla fusione brasiliana, cioè alla versione del trio Francisco José Rocha detto Chico Barbudo, Sergio Pereira Ayres detto Peralta e José Luiz Rivera detto Bigode. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,