Archivi tag: Torino

Napoli, campionato 2017-2018: un bilancio

Volendo parafrasare la massima calcistica di Gary Lineker, che è l’Andreotti del pallone: «Il calcio è un gioco che si fa in undici, e alla fine vince la Germania», potremmo dire: «Il calcio è un gioco che si fa in undici, e alla fine, in Italia, vince la Juventus». Poi, a seconda delle latitudini e con accenti diversi, verrebbero aggiunte le locuzioni: «con merito» e «senza merito». Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Emiliano Mondonico (1947- 2018)

Voleva invece fare

ordine con una sedia

nello schifo del mercato globale

non percuote non s’arrende

incalza mentre fa resistenza

al vento che asciuga le maglie Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , ,

Gigi Meroni (24 febbraio 1943 – 15 ottobre 1967)

Aveva una moto in campo

e una Balilla fuori

portava il destino agli incroci

nel punto delle solitudini

adesso e per ogni attimo a venire

ronzerà come un’ape Continua a leggere

Contrassegnato da tag ,

Ceronetti 90

Qual fascio di articoli insanguinati, gli occhiali frantumati di Carlo Casalegno, i due tre messaggi scarabocchiati nel letto dove giaceva col volto coperto, senza più voce, chiedono perché, e non c’è risposta, se non è la Moira a darla, col suo silenzio. Intanto lo sgomento di un giornale ferito, un anno fa, da quei quattro colpi rimbalzati dentro stanze dove l’orrore del mondo arrivava soltanto filtrati dalle telescriventi, è riassorbito da tempo, o se residui ci sono, non sono più palpabili; le colonne hanno continuato a ospitare attentati e processi, altri attimi di violenza in cerca di spiegazione e di castigo, sospesa. Quanto al dolore di una donna rimasta sola, vorrei ricordarlo qui come l’unica ustione refrattaria a ogni cura tra quelle prodotte dal colpo. E anche la devastazione portata negli affetti privati sta scritta sulla cambiale erinica di chi gli ha sparato. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , ,
Annunci