Archivi tag: Trilogia dell’inumano

Salò o kg 1,368 di Sodoma

Massimiliano Parente personaggio-scrittore nel libro del Massimiliano Parente scrittore-personaggio dichiara: «i miei romanzi devono durare secoli, non sei mesi». Ma, nonostante intenti e sforzi, la sua “Trilogia dell’inumano” (La nave di Teseo) appare già superata, una cronaca degli orrori culturali consumata in pochi anni, tirata via in poco, complice la bruttezza dei dialoghi. La raccolta è un librone ingestibile (kg 1,368) – dove di inumano c’è solo lo sforzo da fare per leggerlo – in rapporto ad altri libri che al peso fanno corrispondere una migliore riuscita nel tempo:  “Fratelli d’Italia” di Alberto Arbasino (kg 1,047), o “Infinite Jest” di David Foster Wallace (kg 1,040). Parente punta tutto sulle trasgressioni, ma lo scandalo – soprattutto sessuale o religioso – diventa conformismo in un breve giro di pagine. Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , ,
Annunci