Archivi tag: Uruguay

INTERVISTA IMPOSSIBILE A OSVALDO SORIANO, Mosca 2018

Osvaldo Soriano mi aspetta al ristorante “Strelka Bar”, sulla Moscova. Calciatore, giornalista, scrittore argentino. Esordì con “Triste, solitario y final”. Dopo il golpe militare scelse l’esilio in Europa. In gioventù era stato il centravanti mancino  del Confluencia che stese un cane poliziotto con un tiro. Ogni palla che aveva o era gol o stendeva un cane. Lo raggiungo in leggero ritardo. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Uruguay-Francia: Tabárez, maestro

Le lavagne raccontano il sapere

una vita estrosa a tentare imprese

traballa la mano tessendo l’enigma

cede la gamba calcando il campo

spigolo ogni lato, scalino ogni passo

piste gelide di un dolore audace

scricchiolio dolce sotto i tiri francesi

incrocio di voci e calcio

visione semplice d’un monumento tattico, Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , ,

Sudamerica: futbolisti lost in translation

Rien ne va plus, gira la palla e con lei anche il mondo del calcio. Cambiano numeri e nazioni, cadono calciatori e si modificano costellazioni calcistiche. Col Brasile esce l’ultimo pezzo di Sudamerica rimasto al mondiale, come nel 1982 e nel 2006. Saudade. Sì, tanta. Di quando la Seleção riusciva a non essere egoista, era il 2002. Il resto è sconfitta. Occhi al cielo in cerca di Dio e sguardo al passato, quando c’erano l’uomo e la squadra forte. Argentina, Colombia, Uruguay e Brasile. Con un discorso a parte per il Messico. Fifa: abbiamo un problema. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Uruguay-Portogallo: Cavani, indio che domina

Con la testa ha reso vulnerabile

il tallone dell’achilleide Ronaldo

come la folgore i suoi esercizi di creazione

oscuri disagi per Rui Patrício

vedendolo galoppare pensa:

Vien per nuocere

la malinconia in fondo alla porta.

 

 

[illustrazione di Fabio Mingarelli]

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Uruguay-Russia: Diego Godin, odisseo

Marinaio d’Ulisse di stanza a Montevideo

picchia Dzyuba per vendicare Trotsky

odiando i giochi avvilenti della gioventù

quando nel Mediterraneo non c’erano palloni

ma sirene e lampi e ciclopi

abbandonati per l’area di rigore

con passione morale e astuzia

desiderio d’essere Obdulio Varela

trinitari legami ed eucarestia brasiliana Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,