Archivio mensile:maggio 2013

La confessione

1368818772_138234_1368819288_portada_normalConfesso a Dio onnipotente e a voi fratelli che sì, la Chiesa argentina sostenne, coprì e aiutò il golpe di Jorge Videla, e intanto Dio e il Figlio suo e con loro, noi preti, e io, io, padre Enrique Wolf e con me vescovi e cardinali, dicevamo Ave Maria, piena di grazia, per le strade di Buenos Aires, Padre nostro in ogni stadio, garage, scuola o appartamento di tortura, sia fatta la nostra volontà in assenza dei gesti vostri, e nei cieli, sì, nei cieli, Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Un impero costruito sui cross

FBL-ENG-WC2010-ENGLAND-BELARUSÈ stato il più pagato non il migliore: il calcio in vetrina, bello da vedere, con e senza pallone, David Beckham. Continuerà a centrare gong e cestini negli spot, ma lascia il campo, si ritira. Quando ha trovato il tempo per giocare lo ha fatto persino bene. È sempre stato così: con un piede in campo (il destro) e il resto (del corpo) negli spot. Annunciando il suo ritiro pone fine al suo nomadismo di lusso, non facevi in tempo ad abituarti alla sua faccia con una maglia che te lo ritrovavi in un’altra, con un taglio di capelli diverso, un nuovo tatuaggio e una nuova clip pubblicitaria. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

la tenda di Isaac

942610_644905745526624_548157689_nE3, l’indirizzo sulla tenda,

mezza cipolla,

una scatoletta di tonno Rio Mare,

una bottiglia di plastica,

una di detersivo senza marca,

tre paia di calzini,

due maglie stese,

la coperta della protezione civile,

un coltello col manico verde,

una torcia rotta, Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , ,

The right time

Statua-di-FergusonNon ha stravolto il calcio, l’ha rassicurato, vincendo. Diventerà ogni giorno più vecchio ma non sui campi di pallone. Alex Ferguson, 71 anni di cui 27 passati ad allenare il Manchester United, annuncia il suo ritiro. «It’s the right time to go», è il momento giusto per andare. E se è vero che è sempre difficile tornare a casa, nel suo caso appariva impossibile: che la sua squadra giocasse senza il suo sguardo e la sua tattica, che i tifosi non guardassero a lui come a San Pietro si guarda al Papa. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Efisia

e-andres-barba01-460_pixRisulta peraltro evidente – quasi a tutti – che aumentando l’aria a disposizione uno può nascondersi con maggiore possibilità, quindi oltre a far perdere tracce di sé può – con un adeguato contegno – usufruire di una libertà motoria che è quasi, e dico quasi, assoluta. Per questo, ad Efisia, il recupero è totale, dico dei convalescenti di mesaterioma composto o biteliare, e la mole apparente: alla base del corretto funzionamento di respirazione, viene consumata dall’aria efisea, e ridotta a granello, per poi essere espulso con un colpo di tosse. Tutto questo processo, però, richiede l’esercizio dello stroppaggio, tutte le mattine, eseguendo la manovra di Chakay. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , ,